L’APATIA:RIMEDI NATURALI

apatia 2L’apatia è un comportamento o uno stato d’animo nel quale non si provano sentimenti di nessun tipo. Vede una diminuzione della motivazione nell’individuo nel compiere una qualsiasi azione o comportamento. Si caratterizza infatti proprio per l’assenza totale o parziale di una reazione emotiva rispetto a situazioni ed eventi in cui normalmente l’individuo dovrebbe suscitare emozioni o interesse. La totale assenza di emozioni porta inevitabilmente al trascurare l’ambiente che circonda l’individuo, oltre che l’individuo stesso, difatti, una persona apatica si trova solitamente isolato, evitando un contatto con altri ambienti esterni ma non solo, difatti la mancanza di emozioni rende l’individuo apatico verso qualsiasi cosa: l’alimentazione, la sfera sessuale, lavorativa, famigliare etc… e persino la gestualità, l’espressività facciale e vocale, sono “statiche”.

In alcuni casi l’apatia può essere anche affiancata da dei sintomi di depressione, che aggiungono ai sintomi precedenti anche un rallentamento psicomotorio, causati da un pessimismo globale che vede l’individuo incapace di reagire, a causa di una bassa autostima.
L’apatia che perdura per lunghi periodi può nascondere dei sintomi più gravi, come ad esempio la depressione o un ostilità repressa. In alcuni casi infatti, l’individuo preferisce rimanere apatico anzichè reagire, oppure  anzichè mostrare una forma d’ansia acuta. Quando il soggetto nonostante i tentativi non riesce ad uscire dall’apatia è sicuramente consigliato l’incontro con consulente professionista, che saprà indirizzare il soggetto a comprendere gli stati radicali della causa del problema,aiutandolo a risolverli.

FLORITERAPICI CONSIGLIATI

WILD ROSE

Questo rimedio che si ricava dalla rosa canina dona entusiasmo e coinvolgimento, aiutando l’individuo a liberarsi dall’apatia e dal disinteresse.

Tipo-somatica Wild Rose

Wild Rose non reagisce e non lotta più, si è arreso. Il suo atteggiamento è spento e cupo e tende a contagiare anche le persone che lo circondano.
L’infelicità che prova deriva da tutte le rinunce che lui mette in atto, credendo di essere vittima di un destino sfortunato. E’ molto difficile convivere con una persona wild rose, in quanto la comunicazione è spesso ridotta ai minii termini, essendo il soggetto chiuso in sé stesso.
Wild rose non ricerca più il piacere in nulla, non trova nessun argomento che lo coinvolge e lo interessa, lentamente la sua capacità di concentrazione diminuisce e fa molta fatica ad impegnarsi in qualsiasi cosa. Nella sua vita ha subito troppo e il suo escamotage per non soffrire più è proprio l’apatia dietro cui si nasconde.

Bambini Wild Rose

I bambini wild rose, si riconoscono facilmente: si annoiano, non sanno mai quale gioco fare, sono goffi e preferiscono passare ore davanti alla televisione o davanti ai videogiochi piuttosto che uscire o giocare all’aria apeta, sopratutto in un contesto sociale con altri bambini.Spesso sono inappetenti e dimostrano di avere grosse difficoltà di apprendimento, a
scuola sono svogliati e distratti. Soffrono la sindrome dell’abbandono e se il genitore ritarda anche solo di pochi minuti al suo arrivo non sono gioiosi ma tristi e spenti.

Consiglio ai genitori

Questi bambini hanno bisogno di molto affetto e molto amore, hanno bisogno del contatto fisico: massaggi, carezze, abbracci. Devono stimolare l’energia vitale motoria quindi pochissima o meglio  niente televisione o giochi elettronici. Hanno necessità di passeggiate e giochi organizzati all’aperto, Parola chiave: autonomia. Devono imparare che buona parte
di ciò che hanno bisogno possono procurarselo da soli, con le loro azioni quotidiane.

Psicodinamica adulto

La disarmonia Wild Rose generalmente viene sviluppata da individui che durante l’infanzia hanno subito abbandoni o carenze affettive, oppure persone che hanno avuto genitori molto rigidi e in qualche modo li hanno costretti ad averemolte rinunce e/o restrizioni.

L’individuo Wild Rose ha rinuciato al desiderio, al sogno e alla gioia che si prova inseguendo e realizzando i propri obiettivi.

Riarmonizzazione del rimedio

Wild rose, partecipa alla quotidianità, con rinnovato entusiasmo e coinvolgimento. Impara a vedere il bello delle cose, a tae vantaggio dalle proprie occasioni, impegnandosi da solo a realizzare i propri obiettivi gioendo dei risultati che ottiene.

Altri rimedi consigliati

CLEMATIS VITALBA  (CLEMATIS):
per le persone romantiche, sognatrici, spesso assorte, racchiuse in sé stesse, distratte e prive di energie. Soggetti miti, lontani dal mondo reale, dall’ambiente, fertili di immaginazione.

LONICERA CAPRIFOLIUM  (HONYSUCKLE):
per i nostalgici che rimpiangono il passato legato ad affetti trascorsi, belli o meno belli, stati d’animo che riconducono a fatti remoti con frequenti evasioni nel passato. Vivono il presente attraverso le loro memorie.

OLEA EUROPAEA  (OLIVE):
spossatezza fisica  e mentale, scarsissime energie, senza risorse. Il rimedio è molto utile in seguito ad un lungo periodo di convalescenza, di degenza, esperienze negative come separazioni, rotture con persone care, catastrofi ambientali, stress da lavoro, sforzo al di sopra delle proprie energie, quando sono finite tutte le risorse fisiche e mentali.

AESCULUS HIPPOCASTANUM  (WHITE CHESTNUT):
quando vi è un ciclico pensiero che impedisce il riposo della mente, Tormento interiore, ansiosità, continuo parlottare. Riflessioni inconcludenti, in conflitto, confusione. Il soggetto ha un continuo senso di affaticamento, assenza di sonno, abbattimento, senso di colpa, frequenti cefalee.

SINAPIS ARVENSIS  (MUSTARD):
per gli stati depressivi insorti senza motivazione apparente caratterizzati da una grande afflizione, cupezza, ipocondria. Spesso si tratta di persone equilibrate, che si ritengono perseguitate dalla malasorte.

GEMMA CASTANEAE  (CHESTNUT BUD):
per quelle persone che ripetono sistematicamente gli stessi errori. Soggetti intolleranti e frettolosi che mirano unicamente alla realizzazione dei prossimi obiettivi senza ponderare la realtà oggettiva. Possono anche essere disattenti, distratti, lenti nell’apprendere a volte scoordinati (se bambini, la loro lentezza può addirittura far pensare a ritardo mentale).

Annunci

2 thoughts on “L’APATIA:RIMEDI NATURALI

  1. Pingback: L’APATIA: SINTOMI E RIMEDI NATURALI | CONSULENZE OLISTICHE

  2. Pingback: STANCHEZZA CRONICA? COME RICARICARCI. | BIONATUROLOGIA©

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...