IL SEDANO. UN PREZIOSO ALLEATO PER LA NOSTRA SALUTE

sedanoIl Sedano è una pianta originaria dell’Europa; utilizzata per secoli come pianta medicinale viene oggi coltivata e consumata in insalata in tutto il mondo. Il Sedano è ricco di sali minerali tra cui sodio e cloro, oligoelementi, amminoacidi essenziali e vitamine (C, B6 e K). Di queste vitamine, il sedano è una fonte eccellente di vitamina K (oltre alla C e alla B6). Questa vitamina è necessaria per la produzione delle proteine coinvolte nella coagulazione del sangue (sia per la stimolazione che per l’inibizione della coagulazione del sangue), per questo anche grazie all’assenza di calorie e all’abbondanza di fibre, il succo di sedano viene utilizzato per scopi medicinali per la purificazione del sangue.

LE PROPRIETA’

Le fibre di cui il sedano è ricco, aiutano a ridurre trigliceridi e colesterolo; la sedanina, una sostanza aromatica stimolante e altre molecole (fenolo, mannite, inositolo) ne potenziano le capacità digestive e di assorbimento dei gas nell’apparato digerente. Mentre dei particolari fitonutrienti, permettono di controllare gli ormoni che regolano la pressione del sangue e lo rendono adatto nel trattamento di molti casi di ipertensione. Consumato crudo, fresco o in succo (anche sotto forma di centrifugato) questo ortaggio contrasta la ritenzione idrica grazie al suo alto potere diuretico.

Continua a leggere

LO ZAFFERANO CONTRO ANSIA E STRESS

zafferanoLo zafferano, la spezia regina dei risotti, ha molte proprietà benefiche per la salute e per il benessere: è infatti utile per placare l’ansia, tutto merito dei carotenoidi (conferma la scienza). In India, dove lo zafferano è ampiamente usato, la medicina ayurvedica lo considera una sostanza a metà strada tra alimento e farmaco; anche la cromoterapia usa lo zafferano nelle situazioni di stress psicofisico: il colore giallo è da sempre sinonimo di benessere e buonumore. Lo zafferano è quindi un vero toccasana per molti disturbi legati allo stile di vita moderno come: ansia, stress, depressione. Tutte le sue proprietà si concentrano negli stimmi color rosso, quelli che polverizzati si usano anche in cucina. Questi filamenti intorno alla corolla contengono circa 150 sostanze, di cui 4 particolarmente attive: crocetina, crocina, picrocrocina e safranale (tutte appartenenti alla famiglia dei carotenoidi).

Continua a leggere

Effetti collaterali degli alimenti: i cibi causa di intolleranze e allergie.

intolleranzeLe prime cose che notiamo di un piatto che attira la nostra attenzione sono l’odore, il sapore, i suoi colori. Chi invece è a dieta guarderà senz’altro la dimensione delle porzioni, peserà i grammi, conterà le calorie, valuterà i grassi, gli zuccheri etc…

Non tutti sanno che il cibo che mangiamo non è solo buono, saporito, grasso o alto, ma può causare degli effetti collaterali, in qualche caso. E non parliamo di alimenti di scarsa. Alcuni cibi possono causare effetti collaterali anche gravi!

Continua a leggere

CONTROINDICAZIONI DEI SEMI DI CHIA

semi di chiaLe proprietà e i benefici di semi di Chia sono indiscutibili e nei motori di ricerca basta digitare il loro nome che ecco apparire la lunga lista di siti che ne descrivono gli effetti benefici. Ciò che però maggiormente ha colpito il mio interesse è che in quasi tutti questi articoli elogianti i semi, trovo frequentemente questa dicitura: “non sono state trovate controindicazioni nell’uso dei semi di Chia

Ebbene questa affermazione NON è assolutamente corretta!! Pertanto, ho deciso di dedicare questo articolo solo ed esclusivamente alle:

CONTROINDICAZIONI DEI SEMI DI CHIA

Iniziamo col dire che i semi di Chia sono controindicati durante l’assunzione di farmaci per l’ipertensione; questi semi hanno infatti l’effetto di ridurre la tensione arteriosa generale e possono quindi potenziare gli effetti di questi farmaci. Ovviamente piccole quantità di semi sono ammesse nella dieta per questa categoria di persone, ma è comunque consigliato controllare poi, quotidianamente la pressione.

Continua a leggere